In un’ottica sempre più orientata al futuro, all’innovazione ma senza tralasciare la storia e le consuete modalità investigative, Argo implementa ulteriormente il proprio team inserendo una risorsa dal background giurisprudenziale con specializzazione nelle investigazioni digitali, come si può evincere dalla Abstract della Tesi di master di seguito riportato.

“Abbiamo cercato una risorsa che potesse farci fare una ulteriore salto in avanti, innalzando notevolmente la qualità dei servizi resi”queste le parole del CEO Dott. Matteo Adjimi, che ancora una volta sottolinea l’importanza di avere un team con competenze multidisciplinari, affinché ogni indagine venga condotta da diversi punti di vista.

Cyber Intelligence a supporto delle attività di investigazione

 Abstract

La reale consapevolezza che la società contemporanea, tecnologicamente progredita, produca ogni quarantotto ore la medesima quantità di dati digitali che sono stati prodotti dall’origine della civiltà al 2003, pone innegabili prospettive per una maggiore partecipazione politico-sociale e di scambio economico e commerciale. In un contesto in cui l’evoluzione digitale scandisce freneticamente il tempo, anche le strategie degli investigatori devono tenere il passo.

L’Open Source Intelligence è un’attività di ricerca, acquisizione e analisi della fonti di dominio pubblico, che consentendo di relazionare i dati gli uni con gli altri, al fine di saggiare l’affidabilità e d’individuarne la fonte, offre l’opportunità per nuovi scenari strategici o operativi. E’ parte delle principali modalità di raccolta della Cyber Intelligence,nella quale convivono due aspetti con logiche differenti: l’ambito informatico volto a tecnologie sempre più avanzate e quello dell’Intelligenceclassica che si avvale della intelligenza umana per effettuare valutazioni ed elaborare previsioni.

Diverse sono le aree applicative che spaziano dalle attività delle Istituzioni, compiute dal Governo al fine di garantire la sicurezza Nazionale, a quelle delle Forze dell’Ordine volte verso attività di prevenzione delle condotte delittuose e d’indagine per individuare idonee misure di contrasto.

Nel settore privato, l’impiego da parte degli investigatori privati è indirizzato all’attività investigativa preventiva, preliminare e difensiva, mentre per ciò che concerne il settore aziendale i fini evidenziato sono quelli strategici e reputazionali (c.d. background check),

L’obiettivo di questo studio è quello raccogliere gli strumenti, comprendere i risvolti applicativo-investigativi del metodo ed infine individuarne i limiti.